giovedì 8 febbraio 2018

Torta cioccolato e marmellata



La mia gentilissima amica Claudia qualche mese fa mi ha regalato uno stampo in silicone che, tutto bellino, mi guardava ogni volta che aprivo l'armadio pronto a chiedere "Beh? Pensi di usarmi prima o poi?" :D
L'altro giorno ce l'ho fatta, ho trovato la torta giusta, cioccolatosa quindi amata da Carlo, non troppo dolce quindi amata da Mimmo e...io non faccio testo, a me i dolci piacciono sempre e comunque!

Ecco la ricetta, l'originale è questa, io come sempre ho modificato qualcosina ;)

2 uova
100 g burro (io soia ;))
300 g marmellata (io mandarini)
  50 g zucchero
150 g farina (io farro)
1/2 bustina lievito per dolci

Far sciogliere il burro con il cioccolato, togliere dal fuoco e aggiungere la marmellata a cucchiaiate.
Montare leggermente le uova con lo zucchero, aggiungere il composto di cioccolato, la farina e, infine, il lievito.
Versare il tutto nello stampo (le dosi sono per uno stampo di circa 20 cm di diametro) e far cuocere in forno statico a 180 gradi per circa 50 minuti, fare sempre la prova stecchino.
Far raffreddare, sformare e mangiare...slurp e grazie ancora Claudia!

lunedì 29 gennaio 2018

Apple pie




da un bel po' non postavo una delle mie ricette "SENZA" :)
Questa, in particolare, è senza zucchero e senza farina, in pratica è la versione senza glutine di una delle mie prime creazioni...
Appena ho visto la ricetta originale sul fantastico blog dolcesenzasucchero ho deciso che dovevo prepararla al più presto e così eccomi qui!

Ingredienti
Per la base di simil frolla per uno stampo di 18 cm di diametro
280 g farina di mandorle
   2 uova

Per il ripieno
3 mele
succo di mezzo limone
cannella a volontà (la ricetta originale prevede anche spezie come zenzero e noce moscata)
(la ricetta originale prevede anche la stevia sia nella base che nel ripieno, io ho tolto tutto!!!)



Preparare la base mischiando la farina di mandorle con le uova, formare una palla, dividerla in 2 pezzi, uno per la base e uno per il "coperchio", stenderla con il mattarello mettendo la frolla fra 2 fogli di cartaforno, rivestire uno stampo e bucherellare il fondo.
Nel frattempo tagliare le mele a quadrettini, metterle in una ciotola con il succo di limone e tutta la cannella che si vuole, poi trasferirirle sulla base di frolla di mandorle, ricoprire con l'altra sfoglia, bucherellare e sistemare i bordi.
Infornare in forno statico a 175 gradi per circa 20 minuti e poi a 120 gradi per un'ora



lunedì 22 gennaio 2018

Yogu cake



...in questo periodo ho una certa predilizione per le torte umide, mi sembra che quelle soffici diventino asciutte in fretta e, di conseguenza, perdano il loro fascino :) così, ieri, dopo aver visto questa torta da 55winston55, ho deciso che dovevo farla, ovviamente a modo mio ;)

Ecco gli ingredienti (fra parentesi le dosi originali) per uno stampo da 18-20 cm:

3 uova (5)
50 g sciroppo di agave (miele)
10 g zucchero semolato (50)
80 g farina di farro
500 g yogurt
vaniglia
cannella
marmellata di mirtilli

Montare i tuorli con lo zucchero e lo sciroppo d'agave fino a raggiungere una consistenza spumosa, aggiungere delicatamente la farina, lo yogurt, la vaniglia e la cannella e incorporare in seguito gli albumi montati a neve. Trasferire l'impasto in uno stampo ricoperto di carta forno e far cuocere a 180 gradi (forno statico) per circa un'ora o comunque fino a doratura.



Far raffreddare completamente e farcire con la marmellata




martedì 19 dicembre 2017

Buone Feste




..sì, vero, sono sparita da un po' di tempo, ma ci sono sempre e faccio sempre nuovi esperimenti che prima o poi posterò :)
Intanto vi lascio la ricetta dei biscotti di vetro come quello in foto, sono molto semplici da fare e perfetti da usare come segnaposto o da appendere all'albero di Natale!

100 g burro ammorbidito
  80 g zucchero a velo
    1 uovo
    1 pizzico di sale
280 g farina (io ho usato la multicereali)
    1 cucchiaino di lievito per dolci
caramelle dure di vari colori

Preparare la pasta frolla montando l'uovo con lo zucchero, aggiungere il burro ammorbidito e, infine, la farina con il lievito. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e far riposare in frigorifero per circa mezz'ora.
Nel frattempo tritare grossolanamente le caramelle (ne servono più o meno 2 per ogni biscotto).
Stendere la pasta frolla, formare i biscotti con gli stampini preferiti e fare dei buchi al centro (io non avevo stampini più piccoli, per cui ho usato il levatorsolo!) in cui andranno inserite le caramelle tritate.
Se si vogliono appendere, fare un buchetto utilizzando una cannuccia e infine infornare in forno statico a 180 gradi per 10 minuti.

lunedì 20 marzo 2017

Torta multistrato con crema al pistacchio



Rieccomi!!!
Marzo è sempre un mese ricco di eventi: ci sono un sacco di compleanni (Carlo, nonna Teresa, Francesco e, per ultima, mia sorella :)) e quindi ci sono in programma tantissimi eventi famigliari :)
Questa torta l'ho preparata per domenica per festeggiare i papà: il mio, che siamo andati a trovare per l'occasione e Mimmo :)
La base è una chiffon cake che ho poi farcito con una crema fatta con panna e semilavorato di pistacchio: molto golosa, a noi è piaciuta molto!

Ecco gli ingredienti:
Chiffon cake
3 uova
100 g zucchero
145 g farina 1
mezza bustina di lievito per dolci
4 g cremor tartaro
60 ml olio semi di mais
100 ml acqua
aromi (vaniglia e cannella)

Crema al pistacchio
2 confezioni di Hoplà panna di soia
3 cucchiai di semilavorato di pistacchio

Per guarnire
pistacchi tritati

In una ciotola unire (senza amalgamare) la farina con lo zucchero, il lievito, l'olio, l'acqua, i tuorli, un pizzico di sale e gli aromi. Montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro, amalgamare gli altri ingredienti e poi unire gradatamente gli albumi. Versare in uno stampo (io ho usato quello da soufflè in pyrex) rigorosamente NON imburrato e/o oliato e infornare nella parte più bassa del forno a 160° per 50' e poi 175° per 10'.

Appena pronta sfornarla subito e rovesciarla su un piano rialzato.

Preparare la crema al pistacchio aggiungendo il semilavorato di pistacchio alla panna, montare il tutto e farcire la torta ormai fredda e tagliata orizzontalmente in 2 o 3 (dipende da quanto siete golosi!!). Rifinire ricoprendo la torta con la crema al pistacchio e spolverare con i pistacchi tritati.


venerdì 3 febbraio 2017

Torta di grano saraceno e marmellata



Da un po' di giorni ero alla ricerca di una torta da mangiare a colazione e finalmente, ieri, mentre preparavo pane e marmellata a Carlo, ho avuto l'illuminazione: una buonissima torta con la farina di grano saraceno e la marmellata.
L'aspetto negativo di questo torta, che poi è anche il motivo per cui finora l'ho preparata pochissime volte, è che la ricetta originale prevede tantissimo burro, così ieri mi son messa a cercare nel web e ho trovato questa, visto il risultato credo entrerà ufficialmente nelle mie torte preferite :)))

Ecco gli ingredienti per uno stampo di 18 cm (le dosi sono uguali a quelle del sito indicato sopra tranne lo zucchero che ho provato a ridurre un pochino)

100 g di farina di grano saraceno
  60 g zucchero di canna
  65 g olio di semi di girasole
  50 g farina di mandorle
    2 uova
   un pizzico di sale
  10 g lievito per dolci
marmellata per farcire (io ciliegie)

Sciogliere lo zucchero nell'olio, aggiungere i tuorli, le farine e il lievito.
A parte montare gli albumi con un pizzico di sale e incorporarli delicatamente all'impasto.
Trasferire in uno stampo precedentemente unto e infornare a 180 gradi per circa mezz'ora (fa sempre fede la prova stecchino).
Sfornare la torta e, quando completamente raffreddata, tagliare a metà e farcire con la marmellata preferita!

lunedì 30 gennaio 2017

Riso con barbabietola rossa



Cercate un piatto originale, colorato e...saporito?
Bene, questa ricetta fa per voi!
L'ho vista su "Cucina Moderna" di febbraio e ho deciso che avrei dovuto provarla (anche perchè in frigorifero ho sempre delle barbabietole crude che non so come cucinare :))) )
È un piatto veloce da preparare, è profumato grazie alla curcuma e allo zenzero e poi è veramente buono!

Ecco "la mia versione" della ricetta (per 2 persone):
120 g riso Carnaroli integrale
1 barbabietola rossa cruda di circa 200g
1 costola di sedano
(ca) 1/2 l brodo vegetale
10 g curcuma
20 g zenzero fresco (la ricetta originale ne prevedeva 10, io ho abbondato!)
olio evo
sale

Sbucciare la barbabietola e tritarla nel mixer insieme al sedano privato dei filamenti, trasferire il tutto in un pentolino con un cucchiaio di olio evo e far insaporire per 2 minuti, aggiungere il riso, far tostare per altri 2 minuti e poi iniziare la cottura aggiungendo il brodo man mano che il riso lo assorbe. 
Aggiungere la curcuma (io ho usato quella in polvere, penso che l'ideale sia usare quella fresca) e lo zenzero grattuggiato e continuare la cottura in base a quanto indicato per il riso prescelto.
Aggiustare di sale e, una volta cotto, lasciar riposare un minuto, impiattare e mangiare!